Capitano Ultimo, tolta la scorta. Rita Dalla Chiesa a Salvini: “A Saviano sì e a lui no?”

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 agosto 2018 16:03 | Ultimo aggiornamento: 25 agosto 2018 16:03
Capitano Ultimo, tolta la scorta. Rita Dalla Chiesa a Salvini: "A Saviano sì e a lui no?"

Capitano Ultimo, tolta la scorta. Rita Dalla Chiesa a Salvini: “A Saviano sì e a lui no?” (Foto Facebook)

ROMA  –  Polemiche sulla decisione di togliere la scorta al Capitano Ultimo, all’anagrafe Sergio De Caprio, il carabiniere che nel 1993 arrestò Totò Riina. “In questo foglio c’è scritto che, dal 3 settembre, verrà tolta la scorta al Capitano Ultimo. A colui che arrestò Totò Riina. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]  Il 3 settembre venne anche ucciso mio padre. Ministro Matteo Salvini lei sa di questa aberrante decisione? La scorta a Saviano sì, e a Capitano Ultimo no?”: lo scrive Rita Dalla Chiesa su Facebook, allegando la foto della parte di un provvedimento di revoca della scorta al colonnello Sergio De Caprio.

“Il ministro dell’Interno non può intervenire direttamente sull’assegnazione del personale di scorta, la replica di Matteo Salvini. Per quanto riguarda la vicenda del Capitano Ultimo, protagonista di brillanti e celebri operazioni, la notizia non mi ha lasciato indifferente. Nel rispetto del lavoro e della professionalità di tutti, chiederò informazioni per capirne di più. Sicuramente una riduzione dei quasi 600 dispositivi di scorta, record a livello europeo, sarà necessaria per recuperare almeno una parte dei 2.000 uomini delle Forze dell’Ordine quotidianamente impegnati in questi servizi. Servizi spesso motivati, altre volte no”.

Sul caso si è mobilitata anche Forza Italia: “Il gruppo azzurro di Montecitorio chiede di sapere quali siano le motivazioni che hanno portato alla revoca dei servizi di tutela, e chiede inoltre che il ministro Salvini intervenga al fine di evitare la revoca”, si legge in una nota che annuncia la presentazione di un‘interrogazione parlamentare da parte del gruppo di Fi alla Camera, su iniziativa dei parlamentari Jole Santelli e Giorgio Mulé, in merito alla vicenda della scorta del Capitano Ultimo.