Cronaca Italia

Car sharing arriva a Roma dopo Napoli, protestano i taxi

Car2go: il car sharing di Mercedes arriva a Roma

Car2go: il car sharing di Mercedes arriva a Roma (Ap-LaPresse)

ROMA – Il car sharing gestito dai privati sta per debuttare a Roma dopo essere già stato sperimentato a Milano e a Napoli fra le proteste dei taxi, che hanno accomunato il car sharing a un’altra dirompente, per i taxi, innovazione, Uber.

Il Comune di Roma ha approvato il regolamento che dà anche ai privati la possibilità di fornire un servizio di car sharing. Car2go, che dovrebbe partire entro marzo – sarà uno dei quattro operatori privati. Scrive Daniele Sparisci sul Corriere Roma:

“Dalle candidature sono state selezionate quattro società. Il Campidoglio ha tracciato un’area minima di 90 km quadrati all’interno della quale le vetture possono essere noleggiate. Spetterà alle singole società decidere se allargarla o meno.

Quasi certa la partecipazione di Mercedes con Car2go e di Enjoy, gestito dall’Eni in partnership con Fiat e Trenitalia.
Ma dovrebbe essere il servizio dei tedeschi a partire per primo: le pre-iscrizioni per 1000 persone sono state aperte sulla pagina Facebook. Anche se le vetture non possono essere affittate prima che arrivi il via libera dal Comune. Poi le iscrizioni saranno aperte a tutti: attraverso il sito internet dedicato o in alcuni punti della città, vicini alle più frequentate stazioni del metrò: Piazzale Flaminio, Termini e Piramide.
In una prima fase saranno circa 501 le Smart disponibili al prezzo di 29 centesimi al minuto, 14.90 un’ora con un limite di 50 km percorribili. Poi dovrebbero diventare 600, come è già successo a Milano.
Ma nella Capitale c’è una novità: in alcuni punti critici – come stazioni della metropolitana e capolinea di autobus – si pensa a spazi riservati nei parcheggi pubblici. Per ora è solo un’ipotesi. Per il resto la formula è la stessa: libero accesso nelle zone a traffico limitato – e quindi in tutta l’area del centro storico- e sosta gratis sulle strisce blu. Off -limits le corsie preferenziali riservate ai bus e ai taxi. Vietata anche la sosta nei parcheggi a disco orario”.

To Top