Firenze, il carabiniere Angelo Ricciardiello si è ucciso in caserma: era deluso per amore

Pubblicato il 6 agosto 2010 13:27 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2010 14:10

Un carabiniere si è ucciso nella caserma dell’arma a San Casciano in Val di Pesa (Firenze) sparandosi un colpo di pistola alla testa. Il militare che si è tolto la vita si chiamava Angelo Ricciardiello ed era originario di Calvizzano (Napoli). Lavorava a San Casciano Val di Pesa dal 2007, con il grado di carabiniere scelto.

Il gesto sarebbe dovuto ad una delusione affettiva. Il militare ha lasciato un biglietto all’ex fidanzata. Il cadavere è stato trovato da un collega, sempre la scorsa notte. Nessuno in caserma aveva udito lo sparo: è presumibile che il carabiniere si sia sparato durante il temporale che si stava abbattendo sulla zona con tuoni e fulmine.

Secondo quanto si apprende, il militare si è sparato alla nuca. I funerali si terranno nel paese di San Casciano, non appena il magistrato di turno, che ha disposto un esame esterno sulla salma, darà il via libera alle esequie.