Omicidio ed estorsione in Puglia, arrestati quattro carabinieri

Pubblicato il 18 settembre 2012 15:07 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2012 15:40

LUCERA (FOGGIA) – Quattro carabinieri sono stati arrestati a Lucera, in provincia di Foggia nel corso di un’inchiesta su un gruppo accusato di estorsioni ai negozianti. I carabinieri sono accusati di aver “appoggiato” il gruppo, che avrebbe anche ucciso il componente di una banda rivale.

In tutto sono state arrestate sedici persone. Sono accusate di associazione a delinquere finalizzata alla commissione dei reati di concorso in omicidio premeditato, estorsione mediante intimidazioni con colpi d’arma da fuoco, incendio, minacce e favoreggiamento.

Secondo quanto riporta Repubblica, i carabinieri avrebbero depistato e rallentato le indagini dei propri colleghi per favorire le attività illegali del gruppo, e in alcuni casi avrebbero commesso loro stessi delle estorsioni ai danni di alcuni negozianti.

I quattro carabinieri erano stati da poco trasferiti in servizio a Foggia e adesso si trovano nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere.

Le indagini sono cominciate dopo l’uccisione di Fabrizio Pignatelli, ucciso a colpi d’arma da fuoco il 30 agosto 2011 a Lucera, vicino al suo circolo privato ‘Atlantic City’.

 

 

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other