Caravaggio, sparatoria in sala slot: Maurizio Novembrini arrestato per omicidio premeditato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 aprile 2018 16:07 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2018 16:07
Maurizio Novembrini arrestato per omicidio premeditato per il delitto di Caravaggio

Caravaggio, sparatoria in sala slot: Maurizio Novembrini arrestato per omicidio premeditato

BERGAMO – Maurizio Novembrini, l’uomo che ha aperto il fuoco e ucciso il fratello e la compagna nella sala slot di Caravaggio il 4 aprile, è stato arrestato con l’accusa di omicidio plurimo aggravato dalla premeditazione.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

Nella sparatoria avvenuta nella provincia di Bergamo sono stati uccisi Carlo Novembrini, fratello del killer, e la compagna Maria Fortini. Il pm ha già depositato la richiesta di convalida del fermo e si è in attesa della fissazione dell’udienza davanti al gip. In quell’occasione, forse, Novembrini deciderà di spiegare le ragioni alla base del duplice delitto mentre, nel corso della notte, l’uomo, che ha precedenti penali, si è avvalso della facoltà di non rispondere rilasciando scarne dichiarazioni per dire che con il fratello “litigavano sempre”.

E’ stato inoltre chiarito, attraverso le testimonianze raccolte dai carabinieri, il ruolo della sorella dei due che ha accompagnato Maurizio alla sala slot in auto. La donna, che non è stata iscritta nel registro degli indagati, non aveva la consapevolezza di quanto il fratello voleva fare e avrebbe anche cercato di fermarlo quando ha estratto l’arma. Gli investigatori, riferendosi al delitto, hanno parlato di un clima tesissimo nella famiglia Novembrini: “Una morte annunciata, per via dei dissidi tra i fratelli e un rapporto conflittuale che si protraeva da tempo”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other