Cronaca Italia

Carboni, una tangente ‘milanese’ per entrare nell’appalto Ferrovie Nord

Flavio Carboni

Con una tangente da 30mila euro l’imprenditore Flavio Carboni avrebbe tentato di inserirsi nell’appalto per riqualificare le stazioni delle Ferrovie Nord a Milano. Non solo, secondo la ricostruzione del Corriere della Sera, Carboni avrebbe anche chiesto l’impegno ad affidare consulenze a chi nell”affare” faceva da mediatore, per un totale di 900mila euro.

Per i carabinieri romani che lavorano alle indagini si tratta di una situazione “di elevatissimo rilievo investigativo”, tanto che il giudice ha già autorizzato nuovi accertamenti assecondando le richieste dei magistrati coordinati dal pubblico ministero Giancarlo Capaldo.

Ancora non è noto il destinatario di quella somma ma, scrive il giudice: “la probabile qualità di pubblico ufficiale può però desumersi dalla natura della società appaltante (che è, come si è visto, largamente partecipata da un ente pubblico)”.

To Top