Lecco: scavalcano un muro ed evadono dal carcere

Pubblicato il 18 luglio 2010 17:52 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2010 23:12

carcereHanno scavalcato il muro di cinta e poi sono evasi dal carcere. Due detenuti pluripregiudicati sono scappati cosi dal penitenziario di Pescarenico di Lecco.

La Questura di Lecco ha spiegato che si tratta di un egiziano di 29 anni con precedenti per rapina e lesioni e un italiano, originario di Reggio Calabria, già in carcere per omicidio e spaccio di sostanze stupefacenti. In provincia di Lecco e in tutta la Lombardia è scattata un’imponente caccia ai due fuggitivi. Nelle ricerche sono impegnati Polizia e carabinieri, con unità cinofile ed elicotteri.

Nicodemo Romeo, 26 anni, calabrese, uno dei due detenuti evasi oggi dal carcere di Lecco, stava scontando una condanna fino al 2019. L’uomo è accusato dell’ omicidio a scopo di rapina dell’imprenditore Maurizio Cirillo, ucciso il 15 dicembre del 2008 a Lumezzane (Brescia) nel corso di un tentativo di rapina.

Arrestato e poi scarcerato per questa vicenda (il procedimento è ancora in corso), era detenuto per una condanna per traffico di droga.

L’altro evaso, El Fadly Aly Amr, 29 anni, egiziano, era invece in carcere per rapina e lesioni personali aggravate, con un fine pena nel 2012.

Secondo una prima ricostruzione fornita dalla Questura di Lecco, i due avrebbero eluso la sorveglianza delle guardie e sarebbero riusciti a oltrepassare il muro perimetrale del carcere di Lecco, agevolati anche dai due metri di statura del detenuto egiziano.

Le indagini della Squadra mobile di Lecco stanno verificando anche la possibile presenza di complici all’esterno del carcere per facilitare la fuga. E’ stata anche avviata un’indagine della polizia penitenziaria all’interno del carcere.