Carceri/ Romeno di 21 anni si toglie la vita a Livorno

Pubblicato il 2 maggio 2009 18:10 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2009 12:15

Si è ucciso nella notte di ieri Ion Vassiliu, romeno di 21 anni, dopo che era stato arrestato il pomeriggio di giovedì per una presunta violenza sessuale ai danni della sua ragazza, a quanto si apprende dall’Agi.

L’ordinanza di custodia cautelare all’interno del carcere delle Sughere di Livorno è stata firmata dal giudice Rinaldo Merani dopo le denunce della fidanzata.

Stamani gli agenti della polizia penitenziaria hanno trovato il cadavere del ventunenne appeso al soffitto della cella dove dormiva da solo. Il giovane si è impiccato con il lenzuolo dopo una sola notte trascorsa in prigione.

La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo di inchiesta con “atti relativi a” per far luce sull’accaduto. Il pm di turno, Antonella Tenerani, ha inoltre disposto l’autopsia della salma incaricando il dottor Bassi Luciani. I

l ragazzo aveva un precedente per un piccolo furto per il quale aveva scontato 2 mesi e 20 giorni di arresti domiciliari.