Carceri, denuncia del sindacato di polizia penitenziaria: “I vertici fanno esperimenti, agenti rischiano la vita”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 marzo 2018 6:00 | Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2018 17:43
La denuncia del sindacato di polizia penitenziaria: "I vertici fanno esperimenti, agenti rischiano la vita"

La denuncia del sindacato di polizia penitenziaria: “I vertici fanno esperimenti, agenti rischiano la vita”

ROMA – “Oltre il danno anche la beffa. I vertici fanno esperimenti e i poliziotti penitenziari rischiano la vita. Questa è l’attuale situazione della polizia penitenziaria di Siracusa.” A renderlo noto è il segretario generale aggiunto dell’OSAPP (l’Organizzazione sindacale autonoma della polizia penitenziaria) Domenico Nicotra – che dichiara come attualmente la situazione del carcere siracusano sia verosimilmente paragonabile ad una bomba ad orologeria situata all’Interno di una polveriera.

“Mentre il personale di polizia penitenziaria che cerca di garantire ordine e disciplina nelle sezioni detentive è abbandonato al proprio destino i ruoli apicali continuano a programmare riunioni e/o briefing con i graduati. A questo, continua Nicotra, si deve aggiungere anche l’assenza di provvedimenti assunti dal provveditorato regionale della Sicilia. Lo stesso provveditorato che solo pochi mesi fa ha permesso che per la casa circondariale di Siracusa vi sia una pianta organica che definire sottodimensionata è riduttivo. È evidente, conclude il sindacalista dell’Osapp, che senza tangibili e immediati interventi le condizioni della Casa Circondariale di Siracusa non possono che peggiorare.”