Carlo Dafrini scomparso da un anno: ripescata nel Po l’auto col suo cadavere

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 marzo 2018 0:39 | Ultimo aggiornamento: 13 marzo 2018 0:44
Carlo Dafrini scomparso da un anno: ripescata nel Po l'auto col suo cadavere

Carlo Dafrini scomparso da un anno: ripescata nel Po l’auto col suo cadavere

PIACENZA – Dall’estate 2017 non si avevano più notizie di lui. A distanza di quasi un anno la sua auto è stata ripescata nel Po: dentro c’era il cadavere, ormai in avanzata decomposizione, di Carlo Dafrini, 70 anni, di Monticelli d’Ongina (Piacenza), le cui ricerche erano state ormai sospese da tempo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

La macabra scoperta è avvenuta lunedì pomeriggio, in località San Nazzaro, non distante dallo sbarramento Enel di Isola Serafini.

I Vigili del Fuoco di Piacenza e i sommozzatori di Bologna hanno ripescato la Fiat Bravo dell’uomo che si trovava sul fondo del fiume. A segnalare la presenta di un oggetto di ferro molto pesante, in profondità sott’acqua, erano stati proprio gli addetti di Enel che ciclicamente verificano la zona con un ecoscandaglio.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola per le indagini. Al momento l’ipotesi più plausibile è che si sia trattato di un gesto estremo da parte dell’uomo: Dafrini si sarebbe lanciato volontariamente nel fiume, alla guida della propria auto.