Carmelo Ferraro prende la licenzia media a 84 anni. “E adesso andrò alle superiori”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Settembre 2019 13:19 | Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2019 13:19
esami di terza media

(Foto archivio Ansa)

RHO (MILANO) – Tornare a scuola a 84 anni per prendere la licenza media. Lo ha fatto Carmelo Ferraro, siciliano di Messina che vive da anni a Rho, alle porte di Milano, in un palazzo che è proprio di fronte alla sede del Centro professionale di istruzione per adulti. 

“Abito al terzo piano e da lì vedevo gli studenti in aula. A furia di guardarli mi sono detto: ‘perché non vai a informarti?’. Del resto io sono vedovo, figli e nipoti sono grandi. Così, a settembre dell’anno scorso, mi sono iscritto”, ha spiegato al Corriere della Sera.

Quando lui era piccolo, “dopo le elementari, si andava a lavorare. Noi avevamo i campi e io aiutavo la mia famiglia. Da giovanotto, invece, andavo da uno zio a Siracusa, a raccogliere le olive. Avrei voluto studiare da elettrotecnico, ma non ho potuto. Ho sempre aiutato chi aveva bisogno a riparare gli elettrodomestici di casa”.

Carmelo fece un anno di militare nell’aeronautica ad Albenga, in Liguria, e poi emigrò a Milano, quindi a Ginevra (dove vivono le sue sorelle), e poi di nuovo a Milano, dove ha messo su casa e ha fatto due figli, che gli hanno dato tre nipoti, ed è stato assunto come operaio alla Montecatini. 

Per ottenere la licenza media ha frequentato per un anno tre ore di lezioni ogni sera, dalle 18 alle 21, in una classe con altri studenti dai 16 ai 30 anni. “I miei compagni, bravi ragazzi eh, mi chiamavano “signor Carmelo” e poi davano del tu ai professori. Invece io credo che si debba portare un certo rispetto alla persona che ti guida”.

E dire che lui l’esame non lo voleva nemmeno dare: “Il primo giorno d’esame, tra gli studenti, mi sono sentito un po’ perso. Ho rinunciato e sono tornato a casa. Il giorno dopo, però, mi sono ripresentato. Volevo salutare ragazzi e professori. E congedarmi. Loro mi hanno preso e portato in aula. Così ho sostenuto le prove, e sono andato bene. Adesso andrò alle superiori”. (Fonte: Il Corriere della Sera)