Caronte al massimo su Emilia e centrosud, lunedì prime piogge al Nord

Pubblicato il 1 Luglio 2012 11:41 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2012 16:15

Caldo ROMA  – “Caronte” non smentisce le promesse ed oggi 1 luglio è alla massima potenza: sta spingendo aria molto calda verso l’Italia e in particolare verso le regioni centromeridionali e l’Emilia Romagna.

Antonio Sanò, del portale ”www.iLMeteo.it” avverte che oggi, tra le ore 13 e le 16, si sono toccati alcuni record storici di caldo: 40 gradi a Bologna Ferrara ed in Puglia, 38.5 a Roma e Firenze, 36 a Napoli, 39 a Pescara e nel Campidano in Sardegna.

In particolare sul Veneto l’umidità è alle stelle, e la sensazione è di un caldo soffocante. Per il 2 luglio previsti alcuni violenti temporali sul Piemonte e sulle Alpi, fin verso la Liguria, e in tutto il Nord cesserà la sensazione di afa. Ma “Caronte” al centrosud non mollerà la presa, ed anzi sembra proprio volerci traghettare almeno fino al 10-12 di Luglio.

Intanto, nelle tendopoli dell’Emilia devastata dal terremoto il termometro, anche domenica ha già superato i 30 gradi e nelle tende, nonostante i condizionatori allestiti dalla Protezione civile, l’aria è irrespirabile. Un problema non da poco per gli oltre 11 mila sfollati, che provoca malori, soprattutto tra i più anziani, e alimenta nei campi tensioni e nervosismo.

Secondo Francesco Nucera, di ”3bmeteo.com”: ”Attualmente abbiamo una situazione bloccata: sul Regno Unito una depressione richiama aria molto calda che gonfia l’anticiclone africano proprio sull’Italia. Domenica sera dall’Atlantico arriverà però una perturbazione, in gergo tecnico è un ‘kicker’ (in inglese scalciare) che allontanerà il vortice inglese rompendo così l’ingranaggio che apporta il gran caldo africano”.