Carrara: forza posto di blocco e ferisce carabiniere Filippo Mirabelli. Preso a Piacenza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 febbraio 2018 14:32 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2018 14:32
Carrara: forza posto di blocco e ferisce maresciallo dei carabiniere Filippo Mirabelli. Preso a Piacenza

Carrara: forza posto di blocco e ferisce carabiniere Filippo Mirabelli. Preso a Piacenza (foto d’archivio Ansa)

PIACENZA – Fermato a Piacenza dai carabinieri l’uomo sospettato di aver investito con l’auto sabato a Carrara un luogotenente dell’Arma dopo aver forzato un posto di blocco. Il carabiniere investito, Filippo Mirabelli, è rimasto ferito a una spalla: dopo le cure al pronto soccorso, il militare è stato dimesso.

Il malvivente ha forzato con l’auto un posto di blocco dei carabinieri e, durante la manovra spericolata, ha investito il maresciallo. Secondo quanto riportato dai giornali locali, sarebbero stati sparati almeno due colpi di pistola, sembra in aria, per convincere il malfattore a fermare la fuga.

Gli spari sarebbero stati riferiti da testimoni ma su questo aspetto sono ancora in corso gli accertamenti degli investigatori. Dopo le cure al pronto soccorso, il sottufficiale è stato dimesso. Il malvivente era ricercato per una serie di furti su auto in sosta di proprietà di ciclisti che ieri partecipavano ad una gara tra Carrara e Massa.

Il racconto di Alessandra Poggi su Il Tirreno:

Alle 14, con le strade deserte e molte saracinesche abbassate, per fortuna non ci sono stati altri feriti oltre al carabiniere. Un’automobile blu (i testimoni hanno detto di aver riconosciuto una Opel Agila) con a bordo un uomo che stava scappando dai carabinieri si è fermtata poco prima dell’ufficio postale per poi ripartire. A quel punto i militari – racconta chi era lì – hanno sparato due colpi. Un rumore che in molti hanno sentito distintamente, restando choccato.

In particolare tra le clienti del negozio di parrucchiera “Bruny saloon” di via Sforza, che si trova proprio davanti al punto in cui si è svolta la scena. «Sinceramente io non mi sono spaventata – racconta Brunella la titolare – ma le mie clienti sì. Mi sembrava quasi non fosse vero, che stesse accadendo proprio qua davanti. Una scena irreale. Alcune mie clienti si sono precipitate davanti alle vetrine per capire cosa stesse succedendo. Quando hanno capito che si trattava di una sparatoria allora sì, si sono prese un brutto spavento e sono indietreggiate. Io sono riuscita a vedere l’auto del fuggitivo, sembrava che si fosse fermata, invece l’uomo è ripartito contromano mettendo sotto il carabiniere, che a qual punto ha sparato due colpi, credo verso le gomme dell’auto considerato che teneva la pistola puntata verso il basso»,

A quell’ora era ancora aperta anche la macelleria da “Stefano: «Ho sentito degli spari – racconta – il titolare e sono uscito in strada. Ho visto l’auto blu che sembrava si stesse fermando, invece, poi è ripartita travolgendo il carabiniere. Quando si è rialzato ho visto che il maresciallo aveva una mano piena di sangue ma ha sparato verso quell’auto che stava fuggendo. Mi sono spaventato devo dire la verità, davanti al negozio stava passando un anziano che quando ha visto la scena si è abbassato e nascosto dietro le auto parcheggiate».

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other