Carsoli, operaio minaccia carabiniere: “Sono musulmano e…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Dicembre 2015 9:21 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2015 9:21
(foto Ansa)

(foto Ansa)

L’AQUILA – “Sono musulmano e sparo ai vostri figli…”. Un kosovaro residente a Carsoli, V. Z., in provincia de L’Aquila, è stato denunciato per aver minacciato alcuni carabinieri dopo esser stato fermato ad un posto di blocco. Due carabinieri, entrambi in servizio nella caserma di Vallinfreda, a pochi chilometri da Carsoli, hanno fermato l’uomo, un operaio, su una strada della Piana del Cavaliere. Mentre eseguivano l’identificazione dell’uomo e di un suo collega, la situazione è diventata incandescente. La storia è raccontata da Il Centro.

Uno di loro, V.Z., si è improvvisamente scagliato contro la pattuglia e ha cominciato a minacciare i due militari dell’Arma. «Ti spariamo», avrebbe affermato lo straniero rivolto a uno dei due, «qui finisce male». Le minacce sono continuate e hanno chiamato in causa anche i familiari dei militari. «Siamo musulmani», avrebbe aggiunto il macedone, «non abbiamo paura né di te e neanche di lui. Sappiamo chi siete e che avete dei figli». A quel punto lo straniero ha circoscritto le intimidazioni aggiungendo che uno dei due aveva «due figli di tre e otto anni». Questa situazione non ha però intimorito i due militari, né gli ha impedito di procedere alle accuse nei loro confronti.