Casal Bruciato (Roma), rapina al supermercato: entrano con le mascherine e scappano con l’incasso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 20:21 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 20:21
Carabinieri, Ansa

Casal Bruciato (Roma), rapina al supermercato: entrano con le mascherine e scappano con l’incasso (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Rapina a Casal Bruciato. Con i volti coperti dalle mascherine chirurgiche, per non destare sospetti all’ingresso, in due sono entrati nel supermercato Conad in piazza Balsamo Crivelli, a Casal Bruciato, per mettere a segno una rapina. E’ successo oggi pomeriggio, quindi martedì 7 aprile.

Dopo aver minacciato la cassiera, come raccontano le cronache, i due rapinatori si sono fatti consegnare l’incasso, ancora da quantificare, fuggendo in sella a uno scooter. Sul posto i carabinieri di Prenestino e del nucleo operativo di Piazza Dante per i rilievi. (Fonte: Adnkronos).

Coronavirus e denunce, il punto della situazione.

Dal surfista al fedele che non vuole rinunciare alla Messa nella Domenica delle palme, agli irriducibili della festa del sabato sera.

Tra il sacro e il profano è stato un weekend di ‘libere uscite’ di massa, nonostante i divieti.

Sono stati infatti ben ventimila i denunciati dalle forze dell’ordine in due giorni; domenica il picco (11mila), con il il tasso dei trasgressori che si è alzato al 5,9% dei controllati rispetto al 3,7% registrato dall’11 marzo. Un dato che preoccupa il Viminale in vista nella Pasqua e dei ponti di primavera.

L’indicazione è dunque quella di rafforzare ulteriormente i controlli sulle strade per intercettare gli spostamenti vietati.

Tra sabato e domenica sono state 415.845 le persone controllate: 20.445 i sanzionati, la stragrande maggioranza per non aver rispettato i divieti di spostamento: 101 per false dichiarazioni e 35 per violazione della quarantena.

Gli esercizi commerciali controllati sono stati 153.902: 288 titolari sono stati sanzionati, per 51 è stata decisa la chiusura dell’attività. Complessivamente, dalla data di inizio dei divieti di spostamento, lo scorso 11 marzo, i denunciati per violazioni ai divieti anti-contagio sono stati quasi 188 mila su 5 milioni di persone controllate. (Fonte: Ansa).