Casalesi/ La Dia di Napoli sequestra beni per 50 milioni di euro nei confronti di 30 prestanomi

Pubblicato il 14 Luglio 2009 14:58 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2009 14:58

Sequestro record nel Casertano. La Dia di Napoli ha proceduto a requisire beni per 50 milioni di euro nei confronti di 30 prestanomi del clan dei Casalesi.

Dietro ordinarie attività commerciali, le persone raggiunte dal provvedimento praticavano indisturbati il riciclaggio del proventi delle attività camorristiche.  Sono stati raggiunti direttamente in carcere dagli atti della magistratura Giosué Fioretto, Antonio Della Ventura, Nicola Verolla, Giuseppe e Pasquale Setola.

Quest’ultimo, fratello di Giuseppe, leader dell’ala stragista dei Casalesi, è stato individuato quale terzo intestatario di numerosi dei beni illecitamente accumulati e sequestrati nel corso dell’operazione.