Casapound, i militanti ripristinano la scritta Dux sul Monte Giano

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2018 11:07 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2018 11:07
I militanti di Casapound hanno ripristinato la scritta Dux sul Monte Giano

La scritta Dux sul Monte Giano

RIETI – Casapound chiama a raccolta i militanti per riparare la scritta Dux sul Monte Giano andata distrutta con gli incendi della scorsa estate. Circa 200 persone, chiamate a raccolta da CasaPound Italia e aderenti anche al gruppo di protezione civile della Salamandra e all’associazione ecologista la Foresta che Avanza, hanno raggiunto la vetta del monte ad Antrodoco (Rieti), e hanno ripristinato una parte della gigantesca scritta ‘Dux’, realizzata con gli alberi nel 1939 e in parte distrutta da un incendio la scorsa estate.

“Circa 200 – scrive in una nota il vicepresidente del movimento di estrema destra Andrea Antonini – le persone che hanno contribuito alla riparazione dell’opera realizzata nel 1939 dagli allievi della scuola Guardie Forestali di Cittaducale, ripiantumando e mettendo a dimora mille pini austriaci, analoghi a quelli andati distrutti, acquistati grazie alla raccolta fondi a cui hanno partecipato tantissimi italiani”.

In seguito a quell‘incendio di agosto i carabinieri forestali avevano trovato degli inneschi che facevano pensare ad un rogo doloso, appiccato da qualcuno. I militari trovarono infatti delle palle di carta imbevute di liquido infiammabile ad Antrodoco e a Poggio Bustone.

Già all’epoca Francesco Storace, presidente del Movimento Nazionale, scrisse sul Giornale d’Italia: “Quella scritta tornerà. Tra qualche mese non ci saranno più la Boldrini o Fiano a tentare di cancellare la storia nazionale, e neppure Zingaretti col suo vile silenzio. E sarà il popolo, se non ci penseranno come invece dovrebbero fare le istituzioni, a finanziare il restauro della scritta Dux sul Monte Giano”.