Cascina, Claudia Meini scomparsa da casa il 23 marzo: come Roberta Ragusa?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Aprile 2020 14:35 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2020 14:35
Cascina, Claudia Meini scomparsa da casa il 23 marzo: come Roberta Ragusa?

Cascina, Claudia Meini scomparsa da casa il 23 marzo: come Roberta Ragusa?

ROMA – Claudia Meini, 40 anni, è scomparsa dal 23 marzo, quando scappò dalla casa di genitori a Cascina, in provincia di Pisa. Secondo i suoi amici era terrorizzata per il coronavirus ma, da ormai quasi venti giorni, nessuna notizia, nessun avvistamento.

Non è affogata nell’Arno, come si pensava all’inizio, dove l’hanno cercata anche i sommozzatori. La donna è stata cercata anche sulle sponde del fiume, da Zambra fino alla foce di Marina di Pisa.

Il giorno prima Claudia si era allontanata in ciabatte e pigiama dalla casa in cui viveva a Pisa assieme ad alcune studentesse universitarie. Era stata rintracciata dai carabinieri mentre vagava senza meta. Era stata portata con un’ambulanza all’ospedale di Cisanello e poi era stata dimessa e i genitori erano andata a riprenderla.

La 40enne era molto fragile e seguita dai servizi sociali. Sembra che negli ultimi giorni avesse rinunciato a prendere i farmaci che le erano stati prescritti e questo potrebbe aver influito sul suo senso di smarrimento.

Come racconta oggi, 10 aprile, il quotidiano La Nazione, il giallo della scomparsa di Claudia Meini ricorda quello di Roberta Ragusa, scomparsa nel 2012 a Gello (Pisa) e mai più ritrovata. Gli investigatori si muovono, coperti però dal massimo riserbo. Si teme infatti che la 40enne potrebbe essere stata vittima di un aggressione.

Si indaga dall’allontanamento volontario alla perdita di memoria, fino ad una aggressione finita nel peggiore dei modi. Inoltre negli ultimi tempi Claudia aveva una relazione con un uomo che su Facebook ha lanciato un appello: “Sono disperato e non cerco persone che mi consolino ma se qualcuno l’ha vista chiamate le forze dell’ordine che è più importante”. (fonte LA NAZIONE)