Case rubate, tre su quattro da stranieri. Il Governo: “Staccate le utenze”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 novembre 2014 11:51 | Ultimo aggiornamento: 3 novembre 2014 11:51
Case rubate, tre su quattro da stranieri. Il Governo: "Staccate le utenze"

Case rubate, tre su quattro da stranieri. Il Governo: “Staccate le utenze”

ROMA – Case rubate, tre su quattro da stranieri. Il Governo: “Staccate le utenze”. Comincia con una porta sfondata di notte la guerra fra i disperati a caccia di un alloggio. Disperati che per tre quarti sono stranieri a Milano, epicentro in questi giorni dell’allarme occupazioni abusive. Dall’inizio dell’anno sono state 1278, di cui il 74% (954) imputabili a stranieri: 324 occupazioni abusive di italiani, 256 egiziani, 205 romeni e rom, 143 marocchini, 11 peruviani, 339 per le altre nazionalità.

Nel 2012, le occupazioni consolidate erano decisamente di meno, almeno mille: le case in maggioranza (40mila) sono di proprietà dell’Aler (la Regione), per il resto (29mila) del Comune. Gli occupanti sono in maggioranza donne con prole (si cita il caso di una rom di 31 alla dodicesima occupazione abusiva) gli uomini contribuiscono per l’effrazione iniziale e i successivi trasloco e insediamento.

C’è una ragione: senza un’adeguata rete di assistenza sociale le donne con i figli non possono essere allontanate a forza. Il racket di zona gestisce gli ingressi (500 euro per sfondare una porta), senza trascurare “l’immobiliare rossa” degli antagonisti di sinistra. Anziani occupanti e persone sole legalmente assegnatari vivono nel terrore di non poter abbandonare l’appartamento: bastano poche ore per ritrovarselo occupato da una cingalese con figli che nessuno riesce a spostare.

Mentre il segretario della Lega Nord Matteo Salvini invoca l’esercito per ripristinare la legalità, il ministro di Trasporti e Infrastrutture Maurizio Lupi ha chiesto con forza ai prefetti di far rispettare la legge. Come? Staccando il gas, la luce con il blocco delle utenze.

La legge 80 in vigore dallo scorso maggio prevede in modo molto chiaro che chiunque occupa abusivamente un immobile non può chiedere né la residenza né l’allacciamento ai servizi, luce, acqua e gas. Le leggi non sono editti, bandiere che sventolano. La stessa legge, che prevede misure drastiche di contrasto all’abusivismo, dà poi risorse ai Comuni e alle Regioni per aiutare l’inquilino regolare che non riesce più a pagare l’affitto. (Maurizio Lupi intervistato dal Corriere della Sera)