Caserta, chiuso il night club Alife Elisir. “Costretta a farlo con 10 persone”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 dicembre 2017 7:20 | Ultimo aggiornamento: 19 dicembre 2017 14:48
caserta-night-club

Caserta, chiuso il night club Alife Elisir

CASERTA – Scambi di coppia, prostituzione e prestazioni sessuali. A raccontare ciò che succedeva all’interno del night club Alife Elisir, a Caserta, alla vigilia della sentenza del processo che vede imputati alcuni di quelli che a suo tempo furono indagati dopo la chiusura del locale, è Anna Maria.

“Le persone arrivavano alle dieci e poi iniziavano a scegliere con chi intrattenersi – dichiara Anna Maria a Internapoli.it -. Si poteva scegliere una persona di qualsiasi sesso. Poi si recavano in alcune stanze sprovviste di cancellate e cominciavano a fare sesso con gruppi che comprendevano dalle cinque alle dieci persone.  Era Giuseppe Fallarino, detto Pino, che organizzava il tutto. Era lui che spostava me e a altre entraineuse da un luogo all’altro. Dopo queste prestazioni facevo un secondo turno di spogliarello e ulteriori prestazioni sessuali dello stesso tipo”.

Tra i vari racconti inseriti nel verbale dell’ordinanza spicca quello di una delle ragazze che si prostituivano: una fila lunghissima di uomini che, come se si trovassero alle Poste, bigliettino in mano, attendevano il proprio turno per consumare un rapporto sessuale con queste ragazze.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other