Coronavirus a Caserta, focolai ad Aversa e Roccamonfina: in molti sono giovani tornati da vacanze

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Agosto 2020 20:02 | Ultimo aggiornamento: 25 Agosto 2020 20:02
Coronavirus a Caserta, focolai ad Aversa e Roccamonfina

Coronavirus a Caserta, focolai ad Aversa e Roccamonfina: in molti sono giovani tornati da vacanze (foto ANSA)

Due i focolai in provincia di Caserta. A preoccupare è quello scoppiato ad Aversa, con 41 persone risultate positive.

Sono almeno due i focolai da coronavirus in provincia di Caserta. Il più preoccupante è ad Aversa, dove sono 41 i casi di contagio emersi negli ultimi giorni, e riguardanti soprattutto ragazzi tornati da vacanze all’estero.

Per parecchie settimane Aversa avuto zero contagi dopo qualche decina registrata nella fase calda della pandemia.

A Roccamonfina sono 23 invece le positività accertate, anch’esse collegate a persone che hanno fatto vacanza fuori Italia; il paesino dell’Alto-Casertano, fino a due settimane fa, aveva registrato solo un caso di coronavirus.

Crescono i contagi anche nel capoluogo Caserta, dove finora il Covid aveva colpito poco, facendo comunque registrare il primo deceduto da coronavirus nel Casertano (una poliziotta di 52 anni, morta a marzo): dopo aver toccato lo zero a giugno e luglio, da qualche giorno c’è stata un’impennata di casi nel capoluogo, e oggi i positivi sono 17.

In totale, in poco meno di un mese e mezzo, le positività al Covid, da poche decine che erano residuate dalla fase acuta e dal primo focolaio di Mondragone (fine giugno-inizio luglio), sono poi cresciute in modo esponenziale, e oggi sono 236, con 17 casi in più di ieri, quando l’incremento era stato ancora più marcato (32 casi in più del giorno precedente).

Unico fattore positivo è che quasi tutti i contagiati non hanno sintomi che destano preoccupazione. In tutta la provincia, dall’inizio della pandemia, si contano 847 casi, ma questo dato comprende anche i guariti (564) e i deceduti (47). (fonte ANSA)