Casilino 900: festa d’addio al campo nomadi

Pubblicato il 26 Novembre 2009 22:03 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2009 22:03

nomadi-campoTre giornate di condivisioni tra i residenti del campo e tutta la cittadinanza, concerti di gruppi musicali, una mostra fotografica e un mercatino dove gustare i cibi della cultura rom e acquistare oggetti di artigianato.

Così il Casilino 900 si congeda da Roma, con una proposta avanzata dai rappresentanti del campo durante l’incontro di presentazione del Coordinamento rom di Roma.

Gli abitanti del Casilino, nell’invito alla festa, hanno ripercorso la storia del campo ma soprattutto rivolgono le «scuse e il rammarico per fatti che possono avere accresciuto la diffidenza, favorito la chiusura verso la cultura rom e contribuito a creare quello stereotipo per cui rom è uguale a delinquenza».

Così i nomadi che vivono nel campo la cui storia è iniziata negli anni Sessanta invitano i cittadini del quartiere, il 15, il 16 e il 17 dicembre dalle 15 alle 23 perchè «sarà una gioia per noi condividere le iniziative, i traguardi, le ansie e i progetti. Per arrivare insieme a capire che siamo davvero tutti figli di uno stesso padre».