Casirate d’Adda (Bergamo), vietato pascolare. Per ogni pecora multe da 100-600€

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Marzo 2015 15:56 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2015 15:56

 

Casirate d'Adda (Bergamo), vietato pascolare. Per ogni pecora multe da 100-600€

Casirate d’Adda (Bergamo), vietato pascolare. Per ogni pecora multe da 100-600€

MILANO – Vietato pascolare le pecore a Casirate d’Adda, in provincia di Bergamo. L’ordinanza, firmata dal sindaco Mauro Faccà, estende a tutto l’anno il precedente divieto già fissato dal 1° marzo al 30 novembre. In pratica, che sia inverno o che sia estate, per ogni pecora beccata a vagare per le campagne di Casirate è prevista una multa che va da un minimo di cento a un massimo di 600 euro. 

La decisione, come era prevedibile, ha suscitato non pochi malumori nel mondo della pastorizia: è l’ennesimo tentativo, secondo loro, di porre fine a una tradizione millenaria che è quella della transumanza. Una tradizione che la stessa Regione Lombardia aveva riconosciuto come “patrimonio culturale immateriale”.

Alessandro Avogadri, presidente dell’associazione per la valorizzazione degli alpeggi, interpellato dall’Eco di Bergamo, spiega:

“Quel provvedimento è illegittimo perché contrario allo spirito di ben due leggi regionali, la numero 8 del 2007 e la numero 33 del 2009. Entrambe hanno chiarito in maniera inequivocabile che la transumanza è soggetta esclusivamente a un controllo di tipo sanitario: se il servizio veterinario dell’Asl dice che le pecore sono sane, nessuno può impedire il loro passaggio”.