Pestaggio Cucchi: un secondo detenuto pronto a testimoniare

Pubblicato il 20 Novembre 2009 17:41 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2009 17:45
Stefano Cucchi

Stefano Cucchi

C’è un secondo testimone nell’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi: si tratta di un altro detenuto, questa volta italiano, che il giorno in cui sarebbe stato pestato il geometra romano si trovava in una delle celle di sicurezza del tribunale di Roma.

L’uomo ha dichiarato agli inquirenti di aver sentito Cucchi piangere e lamentarsi per le botte ricevute il 16 ottobre. La Procura di Roma ha chiesto al gip di raccoglierne la versione del testimone sotto forma di incidente probatorio.

Sulla richiesta di incidente probatorio, che consente ad un atto istruttorio di assumere il valore di prova, il gip si pronuncerà nei prossimi giorni. E domani si svolgerà il primo incidente probatorio, quello riguardante il detenuto del Gambia, primo testimone dell’inchiesta.

Per la morte di Cucchi, deceduto il 22 ottobre scorso nell’ospedale Sandro Pertini di Roma, sono indagati tre agenti di polizia penitenziaria, accusati di omicidio preterintenzionale, e tre medici del Sandro Pertini per omicidio colposo.