Caso Orlandi, investigatori: "Nell'ossario con De Pedis reperti pre-napoleonici"

Pubblicato il 15 Maggio 2012 13:27 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2012 13:46

ROMA – "Le attività disposte dalla Procura di Roma sono in corso: in questo momento si sta procedendo all'esame delle ossa contenute in un ossario, si tratta di reperti risalenti all'epoca pre-napoleonica, è un lavoro piuttosto lungo che durerà ancora un paio di giorni". Lo ha detto il capo della Squadra Mobile di Roma, Vittorio Rizzi, uscendo dalla basilica di Sant'Apollinare, nella Capitale, dove è stata perlustrata la tomba di Enrico De Pedis.

Rizzi ha anche spiegato che "nel 2005 c'è stata una ristrutturazione dell'intera basilica, sicuramente è cambiato tutto rispetto allo stato dei luoghi. Noi lavoriamo su quello che troviamo oggi dopo anni di ristrutturazione" che ha riguardato anche i locali dell'ossario perché "è stato tutto ristrutturato".