Cassazione: "Tedesco promotore del malaffare in Puglia"

Pubblicato il 7 Marzo 2012 14:48 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2012 15:04

ROMA, 7 MAR – Sono "gravi" gli indizi di colpevolezza con riferimento all'accusa di essere a capo di una organizzazione a delinquere, che lottizzava la sanita' pubblica in Puglia, a carico dell'ex senatore del Pd, ora passato al gruppo misto, Alberto Tedesco. Lo sottolinea la Cassazione, nelle motivazioni della sentenza 9117 depositata oggi e relativa all'udienza dello scorso 16 dicembre. I supremi giudici confermano anche la pericolosità sociale di Tedesco, per il rischio di recidiva, e la necessità di misure cautelari.