Cassino: bimba nasce morta. I genitori non hanno soldi per il funerale

Pubblicato il 23 Marzo 2010 22:09 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2010 10:37

La loro piccola è  nata morta e i genitori non hanno i soldi per pagare la sepoltura. È accaduto in ospedale a Cassino nel Frusinate lunedì 22 marzo e i genitori sono due giovanissimi rumeni residenti nella città.

I medici hanno chiesto ed effettuato a Frosinone un riscontro diagnostico per tentare di risalire alle cause della tragedia. Intanto i genitori si sono detti impossibilitati a pagare le spese di funerale e tumulazione.

Le loro condizioni economiche non gli permettono di sostenere la spesa e per questo la Asl ha informato il Comune di Cassino perché si occupi della vicenda attraverso i servizi sociali.

La storia ha ovviamente toccato le corde più sensibili di quanti, presso l’Ospedale Civile, hanno vissuto insieme alla giovane coppia lo strazio di una perdita senza rimedio. Ma, a colpire un’opinione pubblica sempre più distratta, dovrebbe essere il dramma di una povertà  di livelli insostenibili in un paese come il nostro. Sconcerta anche la mancanza di un protocollo già stabilito per un’evenienza del genere. Sotterrare i morti in maniera degna non può essere appannaggio solo delle istituzioni religiose, almeno dalle conquiste giuridiche introdotte due secoli or sono dal codice napoleonico. La povertà è stata definitivamente depennata dal catalogo dei reati.