Castelfranco (Treviso): imprenditore in crisi, la moglie si prostituisce

Pubblicato il 6 Febbraio 2012 22:03 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2012 22:03

CASTELFRANCO (TREVISO) – Lui, imprenditore, è andato in malora per via della crisi, e la moglie ha cominciato a prostituirsi per portare avanti la baracca.

Una situazione insostenibile per un artigiano edile disoccupato, di Castelfranco (Treviso), che ha lanciato un appello ai microfoni di una tv regionale chiedendo un lavoro per poter ‘salvare’ la consorte. ”Aiutatemi a trovare un lavoro per togliere mia moglie dalla strada” ha detto l’uomo, 44 anni, all’emittente Antenna Tre Nordest. Da un anno per sbarcare il lunario la donna si prostituisce tra la strada Castellana ed il vicentino.

A lui aveva detto che aveva trovato un impiego, ma l’amara verita’ il marito l’ha scoperta quando e’ stato chiamato una sera dalla questura di Vicenza. In una retata antilucciole avevano trovato anche sua moglie. ”Non trovavo lavoro – ha proseguito il racconto il 44enne – e lei mi ha salvato durante un tentativo di suicidio. Pochi giorni dopo mi ha detto di essere stata assunta come badante per dei turni notturni. Invece ho scoperto che si prostituiva perche’ era finita in una retata delle forze dell’ ordine”.

Eppure, ammette l’uomo, senza i soldi che la moglie mette insieme vendendosi in strada la famiglia non avrebbe altro. ”Sono disposto a fare qualsiasi lavoro – ha concluso l’artigiano – ma finora le ditte a cui mi sono rivolto mi hanno respinto, dicendo che a 44 anni sono troppo vecchio, nonostante abbia un’esperienza di trent’anni nell’edilizia”.