Castellaneta (Taranto), rapina in casa: sequestrata una famiglia

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 novembre 2017 15:42 | Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2017 16:02
Castellaneta- rapina-sequestro

Castellaneta (Taranto), rapina in casa: sequestrata una famiglia

CASTELLANETA (TARANTO) – Serata di paura giovedì 29 novembre a Castellaneta (Taranto). Una famiglia è stata sequestrata nel corso di una rapina compiuta da cinque malviventi nella casa vicina ad un’azienda agricola. Dopo un conflitto a fuoco con i carabinieri, uno dei rapinatori, Pasquale Carparelli, 63 anni, di San Vito dei Normanni (Brindisi), è rimasto ferito ad un gluteo ed è stato successivamente arrestato, mentre quattro complici sono riusciti a far perdere le loro tracce. E’ avvenuto nella tarda serata di ieri.

Al 112 era giunta la richiesta d’intervento per una rapina. In particolare, la figlia del titolare dell’azienda agricola, che era riuscita a rifugiarsi in bagno, ha detto all’operatore di turno che, mentre si trovava in casa insieme ai propri familiari, cinque malfattori, con il volto coperto da passamontagna ed armati con fucili e pistole, si erano introdotti nell’abitazione e, sotto la minaccia delle armi, avevano immobilizzato sua madre, suo fratello e la fidanzata di quest’ultimo.

I carabinieri, intervenuti poco dopo, hanno sorpreso i rapinatori ancora sul posto. Uno di essi, che era intento a minacciare le vittime con un fucile, alla vista dei carabinieri, è uscito da una porta secondaria, ed è fuggito a piedi per le campagne circostanti assieme ad un complice, che era nascosto all’esterno dietro ad un furgone.

Uno dei militari ha inseguito i due uomini intimando loro l’alt, ma un malvivente, Carparelli, si è voltato sparando un colpo di fucile contro il carabiniere, che non è stato colpito e ha risposto al fuoco con la mitraglietta in dotazione. L’uomo, che si era rialzato, nonostante la ferita, ha ripreso a correre, ma è stato bloccato. Un altro conflitto a fuoco è avvenuto tra un carabiniere e un rapinatore. Il malvivente e altri due complici sono riusciti a fuggire. Carparelli, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 29.100 euro in contanti, il bottino della rapina.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other