Castro. Minacce e richieste soldi in cassetta postale: estorsore era il vicino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Marzo 2014 10:06 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2014 10:06
Castro. Minacce e richieste soldi in cassetta postale: estorsore era il vicino

Castro. Minacce e richieste soldi in cassetta postale: estorsore era il vicino

BERGAMO – Minacce e lettere anonime nella cassetta della posta. Poi richieste di soldi e ancora minacce. Per questo due donne, madre e figlia di Castro, in provincia di Bergamo, hanno denunciato l’estorsore ai carabinieri. Quando l’uomo si è recato alla cassetta postale per prendere il denaro, ha trovato i militari ad aspettarlo. Si trattava del vicino di casa delle donne.

L’Eco di Bergamo scrive:

E’ successo nei giorni scorsi a Castro. Circa una settimana fa madre settantenne e figlia 43enne hanno trovato nella cassetta della posta la prima lettera con minacce, senza però richieste di denaro. Pochi giorni dopo è arrivata la seconda missiva, stavolta con la richiesta di mille euro in banconote di piccolo taglio. L’anonimo chiedeva che il tutto fosse messo nella stessa cassetta postale la notte fra il 26 e 27 marzo”.

I carabinieri hanno messo i soldi nella cassetta postale e si sono appostati per cogliere in flagranza l’estorsore:

“Pochi minuti e si è recato a prendere la busta, ma con uno scatto i militari lo hanno bloccato con le mani nel sacco. L’uomo – un 61enne incensurato e disoccupato – è stato arrestato per tentata estorsione e portato in carcere. Ha raccontato di aver un complice che è stato poi denunciato a piede libero. Nella casa dell’estorsore è stata trovata anche una terza busta con nuove minacce pronta per essere recapitata”.