Catania/ Bimbo sbranato. Il fratello ammette: “Mi occupavo io dei cani”

Pubblicato il 22 Luglio 2009 22:35 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2009 22:51

Il fratello maggiore di Giuseppe Azzarelli, il bimbo ucciso e sbranato ieri da uno dei cani custoditi in un terreno privato alla periferia di Acireale, secondo quanto emerge da ambienti investigativi, avrebbe detto questa sera ai carabinieri che si occupava lui di portare da mangiare agli animali.

Non ha pienamente ammesso che era lui a gestirli o che siano suoi, ma a questo punto gli investigatori vogliono vederci chiaro. Il magistrato titolare dell’inchiesta, infatti, ha convocato il giovane, che ha precedenti di polizia ed è sottoposto all’obbligo di firma ad Acireale,   Il ragazzo dovrà presentarsi domani accompagnato da  un avvocato.

Un passaggio che potrebbe precludere a una svolta riguardo all’individuazione dei proprietari dei cani addestrati, secondo un’ipotesi accreditata, per combattere.