Caltagirone (Catania): detenuto si toglie la vita in cella

Pubblicato il 20 Gennaio 2011 18:04 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2011 18:12

Si è ucciso, impiccandosi nella cella di ‘transizione’ del carcere di Caltagirone (Catania), Salvatore Camelia, l’uomo di 39 anni, che era stato arrestato dai carabinieri per il tentativo di omicidio della convivente, una romena di 35 anni, che aveva accoltellato nell’abitazione di una 88/enne di Mineo dove la donna lavorava come badante. Secondo quanto si è appreso, l’uomo si è tolto la vita utilizzando delle lenzuola che avrebbe legato alle sbarre di una finestra.

Soccorso da agenti di polizia penitenziaria è stato trasferito d’urgenza in ospedale ma l’uomo era già morto. Camelia, che non ha lasciato alcuna missiva, era in attesa che la sua posizione giudiziaria fosse definita dopo l’arresto. Dai primi accertamenti eseguiti dalla Procura della Repubblica di Caltagirone non ci sarebbero state violazioni delle norme sulla detenzione degli indagati.