Catania, incendi sul litorale della Plaia: bagnanti bloccati in acqua e salvati coi gommoni VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Luglio 2019 16:34 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2019 19:06

L’incendio che sta interessando il litorale della Plaia, Catania (Foto ANSA)

CATANIA – Un incendio è divampato sul litorale della Plaia di Catania e il vento caldo ha alimentato le fiamme il 10 luglio. Il rogo di vaste dimensioni ha danneggiato gravemente il lido Europa e minaccia gli altri stabilimenti balneari. I bagnanti si sono rifugiati in mare, ma i vigili del fuoco hanno invitato le persone a “rimanere sulla battigia”. 

Centinaia di bagnanti sono così rimasti bloccati in acqua e sono stati portati in salvo proprio via mare con alcuni gommoni. Al momento il bilancio è di alcuni intossicati, ma non ci sarebbero feriti gravi, e alcune auto sono andate distrutte nel luogo in cui sono divampate le fiamme.

Centinaia di bagnanti salvati coi gommoni 

Centinaia di bagnanti bloccati dalle fiamme sulla sabbia del lungomare Plaia di Catania sono stati sgomberati via mare da gommoni e mezzi navali dei vigili del fuoco e della guardia costiera. Tra loro 40 bambini che erano rimasti bloccati nei lidi Azzurro e nella colonia Don Bosco sono stati messi in salvo da motovedette della capitaneria di porto. Sul posto stanno operando anche mezzi aerei del corpo forestale e dei pompieri. Gli interventi sono coordinati dalla sala operativa attivata nel primo pomeriggio in Prefettura.

5 x 1000

Diverse persone sono rimaste intossicate dal fumo sviluppato dall’incendio, ma nessuno è in condizioni gravi. Tra loro anche un vigile del fuoco che è stato portato in ospedale e dimesso dopo le cure. Il rogo che si è sviluppato tra la vegetazione di viale Kennedy ha distrutto anche diverse auto che erano posteggiate nella zona.

Bagnanti si rifugiano in mare

I vigili del fuoco invitano le persone a “rimanere sulla battigia” e a “non tentare di rientrare a casa” per tenere libere le vie di accesso ai mezzi di soccorso e visto che le fiamme sono presenti anche sulla strada. I pompieri hanno già attivato un eventuale piano di recupero delle persone in difficoltà, con mezzi navali o con i due elicotteri che sono già in azione sul posto.

Incendi alimentati dal vento caldo

Dalla mattina di mercoledì, i vigili del fuoco sono a lavoro a Catania e nella provincia per incendi di sterpaglie alimentati dal forte caldo e dal vento di scirocco. Ad alimentare i roghi le condizioni meteo proibitive: temperature altissime e vento forte che soffia verso il mare che, ipotizzano i vigili del fuoco, hanno sicuramente generato e alimentato fenomeni di “spotting”, ovvero di proiezione di faville incandescenti anche a grandi distanze, dalla vegetazione che bruciava dalla parte opposta della strada.   

Situazione adesso sotto controllo in via Anfuso dove un violento rogo è stato domato grazie ad un intervento dei vigili del fuoco con autobotte ed un pick up. La polizia di Stato ha rimosso delle bombole da alcune baracche fatte sgomberare prima che le fiamme le distruggessero. Salvato anche un cane grazie ad un residente che lo ha messo al riparo (fonte Ansa).

Il video dell’incendio girato dall’elicottero dei Vigili del Fuoco (Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev):