Catania, madre uccide il figlio neonato. Perizia Procura: “E’ depressa, va curata”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 dicembre 2018 16:27 | Ultimo aggiornamento: 3 dicembre 2018 16:47
Catania, esperti Procura: mamma che ha ucciso il figlio va curata

Catania, madre uccide il figlio neonato. Perizia Procura: “E’ depressa, va curata” (Foto archivio Ansa)

CATANIA – Ha ucciso il figlio di 3 mesi gettandolo in terra, ma per il consulente del pm la giovane madre “va curata”. La donna di 26 anni è stata arrestata per aver ucciso il figlio neonato a Catania il 3 dicembre, ma una prima perizia neuropsichiatrica disposta dalla Procura stabilisce che la donna è malata.  

Secondo gli esperti, la giovane madre “non evidenzia alterazioni delle funzioni cognitive”, ma ha problemi di affettività: “appare molto disturbata”. La perizia è solo la prima e non esaustiva, ma sottolinea la “necessità di cure e contenimento opportuni per prevenire peggioramenti e complicanze”. Nell’indagata, si legge nella consulenza, è “presente uno stato depressivo espresso con inibizione psicomotoria, appiattimento emotivo e assenza di risonanza emotiva alla realtà circostante”. Ed è per questo che “sollecitata sui vissuti di madre” la 26enne fornisce “risposte stereotipate senza alcuna coloritura affettiva” e “non manifesta disperazione per la perdita o per la colpa”.  

Durante l’interrogatorio dopo il ricovero in ospedale del neonato lo scorso 15 novembre, dove è morto per le ferite riportate alla testa, la donna ha dichiarato: “Avevo la mente oscurata, non so spiegare cosa è successo ma sicuramente non volevo uccidere mio figlio, non ho mai pensato di ucciderlo perché io lo amavo”. La donna ha detto di “essersi sentita male” e che la sua intenzione era di “gettarlo sul letto e non per terra”. Ora la donna è stata arrestata e deve affrontare una accusa di omicidio aggravato dall’avere agito contro il proprio figlio, ma la perizia dell’esperto della Procura potrebbe cambiare i capi d’accusa.