Catania, “mi chiese favori sessuali per un aiuto”. Studentessa denuncia professore

Pubblicato il 28 Ottobre 2009 14:10 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2009 14:10
università catania

L'ingresso dell'Università di Catania

Nuovo caso di richiesta di favori sessuali nel mondo dell’Università. La Procura di Catania ha aperto un fascicolo dopo la denuncia presentata da una studentessa che ha accusato un docente di Economia, il professor Elio Rossitto, di aver chiesto «favori sessuali» in cambio di un «aiuto» agli esami. L’inchiesta è conoscitiva e allo stato attuale è ancora senza ipotesi di reato.

Sulla vicenda è stata aperta anche un’inchiesta interna dal Senato accademico, disposta dal rettore Antonino Recca. Secondo una prima ricostruzione, Rossitto avrebbe accompagnato una studentessa in un albergo della città e all’uscita sarebbe stato ripreso da una troupe televisiva – che avrebbe detto di essere de “Le Iene – ma sulla vicenda non è mai andato in onda nessun servizio.

Il professor Rossitto ha affermato di «essere caduto in una trappola, un pò da cretino e un pò da maschilista» e nega di avere avuto rapporti con la studentessa. «Siamo rimasti in camera – sostiene – non più di quattro minuti».

Rossitto, che è docente anche dell’università di Kore di Enna, è stato in passato sindaco di Cassaro e consulente di più presidenti della Regione. Lo stesso professore è stato anche imputato, ma non condannato, in un inchiesta relativa a tangenti a Catania.