Catia Parenza, pillole per dimagrire per anoressici le causano ictus. E il medico…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 dicembre 2016 6:27 | Ultimo aggiornamento: 24 dicembre 2016 19:45
Catia Parenza, pillole per dimagrire per anoressici le causano ictus. E il medico...

Catia Parenza, pillole per dimagrire per anoressici le causano ictus. E il medico… (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Catia Parenza è finita su una sedia a rotelle perché aveva preso delle pillole per dimagrire ma erano medicine che possono causa la anoressia. Per questo ora il medico che gliele ha prescritte ora rischia il processo. Ed era il suo dietologo di fiducia.

La donna di 48 anni ed ex manager della Luiss, ha avuto un ictus a causa di un farmaco per velocizzare il dimagrimento. La Parenza ha spiegato che è costretta a vivere su una sedia a rotelle e che non riesce a parlare, ma comunica scrivendo su un quaderno.

Una pasticca presa al mattino e una alla sera per perdere 4 chili in un mese. Pillola che invece le ha causato un ictus devastante, racconta il compagno della donna.

Adelaide Pierucci ha scritto sul Messaggero:

Pasticche, che per la procura, non sarebbero dovute essere prescritte. Il dietologo di fiducia, P. S., così, a breve potrebbe finire a processo con l’accusa di lesioni colpose gravissime. Il sostituto procuratore Maria Gabriella Fazi ha appena chiuso le indagini nei confronti del medico e si prepara a chiederne il giudizio in tribunale. «Volevo perdere quattro chili ed invece ho perso tutto» ha detto la donna. Parole pronunciate con estrema difficoltà, perché Catia, la bella donna che voleva vedersi ancora più magra dei suoi sessanta chili, non è più riuscita a recuperare a pieno l’uso della parola