C’è Posta per Te: l’ex lo rifiutò, lui accoltellò nuovo fidanzato. Condannato a 8 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 marzo 2019 14:39 | Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2019 14:39
C'è Posta per Te: l'ex lo rifiutò, lui accoltellò nuovo fidanzato. Condannato a 8 anni

C’è Posta per Te: l’ex lo rifiutò, lui accoltellò nuovo fidanzato. Condannato a 8 anni

ROMA – Accoltellò il rivale in amore dopo avere chiesto inutilmente scusa alla sua ex ricorrendo a “C’è posta per te”: dopo l’annullamento in Cassazione, la Corte di Appello di Napoli ha ricondannato a 8 anni di carcere (in I e II grado prese 14 anni) Emanuele Colurcio, il giovane che all’età di 22 anni, nel gennaio 2016, nella zona dei Baretti di Chiaia, a Napoli, ferì il fidanzato della ex che lo aveva rifiutato durante la nota trasmissione di Maria De Filippi.

La vittima, Domenico Di Matteo, riportò gravissime lesioni all’addome. Tra i capi di imputazione, oltre al tentato omicidio premeditato, anche il porto illegale del coltello e atti persecutori sulla ex e tra le aggravanti i motivi abietti. Il ragazzo venne condannato a 14 anni in primo e secondo grado. Il suo avvocato, Andrea Scardamagno, subentrato in Appello, presentò ricorso in Cassazione e la sentenza venne annullata limitatamente all’aggravante dei motivi abietti. Mercoledì 13 marzo la condanna a 8 anni, per tentato omicidio premeditato.

L’uomo si era rivolto alla trasmissione C’è posta per te di Maria De Filippi per riconquistare la sua ex fidanzata, ma lei lo aveva rifiutato. La puntata registrata negli studi di Mediaset in cui Emanule Colurcio era stato rifiutato sarebbe dovuta andare in onda il 23 gennaio 2016, ma dopo l’accoltellamento nelle strade di Napoli la rete aveva deciso di tagliare il suo video dalla messa in onda di C’è posta per te.

Fonte Ansa