Cecchi Paone: “Salvini non si lava, Adinolfi ciccione clerico-fascista”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2015 19:52 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2015 19:52
Cecchi Paone: "Salvini non si lava, Adinolfi ciccione clerico-fascista"

Cecchi Paone: “Salvini non si lava, Adinolfi ciccione clerico-fascista”

ROMA – Matteo Salvini? “Un rozzo che non si lava”. Mario Adinolfi? “Ciccione, celiro fascista”. Alessandro Cecchi Paone ha qualche sassolino nella scarpa ed è ben felice di essere stato contattato da La Zanzara su Radio 24. Qui infatti dà libero sfogo alle proprie opinioni. Ecco ad esempio cosa dice del leader leghista:

“Sono basito per la relazione fra Salvini e la Isoardi. Un uomo rozzo che non si lava, si veste male, con la barba sempre lunga e l’alito che sa di grappa. Non ce lo vedo con la Isoardi lei è una bella ragazza, una delicatissima. Lui mi ha sempre aggredito in tv, ma di solito quando le persone amano si ammorbidiscono. Se questo è il caso ben venga la Isoardi, altrimenti speriamo che lui non faccia diventare rozza anche lei. Io non andrei con lui nemmeno se fosse l’ultimo uomo sulla terra”.

E del giornalista Adinolfi, che ha appena fondato il quotidiano “La Croce“, sui temi della Chiesa?

“Un ciccione, clerico fascista. Dice cose terrificanti, era anche a quel convegno omofobo col prete pedofilo. In questo caso si dice cherchez l’argent, qualcuno deve aver finanziato quel giornale che fa. Qualcuno in Curia ha bisogno di una fanfara contro il nuovo Papa, che è meraviglioso. Ha addirittura ricevuto un trans in Vaticano. Mica ci saranno dei volontari che sostengono le spese per fare uscire un giornale così”.