Cellamare (Bari): perseguita ragazza di 15 anni e minaccia il padre, arrestato

Pubblicato il 17 agosto 2010 20:18 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2010 20:21

carabinieriS’invaghisce di una ragazza di 15 anni e la perseguita per tre mesi. Le rende la vita impossibile. Respinto per l’ennesima volta, affronta con un coltello a serramanico il padre che interviene in difesa della ragazzina. Solo l’intervento dei carabinieri, l’altra sera, ha fatto desistere l’aggressore ventenne, che è stato arrestato con l’accusa di atti persecutori e porto abusivo di armi. Il tutto è accaduto a Cellamare, un piccolo centro alle porte di Bari.

La persecuzione è cominciata nel giugno scorso, quando la quindicenne ha risposto ad alcune telefonate ed sms ricevuti sul proprio telefonino. Il mittente era un giovane che le chiedeva di diventare suo amico. I contatti telefonici, pero’, con il passare dei giorni, sono diventati sempre piu’ frequenti ed assillanti, sino a quando il ventenne ha iniziato ad esternare la propria gelosia e a rivolgere alla giovane minacce di morte.

L’epilogo l’altra sera quando il giovane, a bordo di un ciclomotore, si e’ appostato davanti al locale dei genitori della ragazzina, dove si trovava la quindicenne. Nonostante gli inviti ad allontanarsi da parte della minorenne, il giovane e’ rimasto all’esterno del locale, fino alla chiusura del negozio.

Subito dopo, in sella alla sua moto, ha seguito l’auto su cui si trovavano la quindicenne e i suoi genitori. Il padre della giovane, accortosi di essere seguito, ha deciso di affrontare lo stalker. A questo punto il ventenne ha estratto un coltello con il quale ha minacciato l’uomo. Il transito di una pattuglia dell’Arma ha messo fino alle minacce.