Centrale di Civitavecchia: sciopero e lutto

Pubblicato il 6 Aprile 2010 11:21 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2010 11:21

Rabbia e dolore sui volti degli operai della centrale Enel a Civitavecchia, dove martedì mattina, alle 6,30, è cominciato lo sciopero di otto ore. Sciopero indetto da Cgil, Cisl e Uil dopo l’incidente sul lavoro che ha provocato la morte, sabato scorso, di Sergio Capitani e il ferimento di altri tre operai.

Nessuno entra nello stabilimento, gli operai non hanno intenzione di varcare i cancelli di quella centrale dove, sostengono, “l’Enel ci manda ogni giorno allo sbaraglio”.