Cronaca Italia

Cervino, donna scomparsa trovata morta con una ferita d’arma da fuoco alla testa

cervino-donna-scomparsa

Juliya Jaksic, la donna scomparsa trovata morta nel casertano

CASERTA – Il cadavere di una donna, con una ferita di arma da fuoco alla testa è stato trovato ieri sera, 30 ottobre, in un’abitazione di Cervino, nel Casertano. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, era riverso a terra nel bagno, addosso ancora i vestiti ma nessun documento. La vittima è Juliya Jaksic, 38 anni originaria del Montenegro, i cui parenti ne avevano denunciato la scomparsa lo scorso 22 ottobre.

I poliziotti del Commissariato di Maddaloni, riporta Caserta Focus, hanno trovato e sequestrato il cellulare della donna oltre ad almeno tre bossoli di piccolo calibro. Da un primo esame del medico legale, sembra che la vittima sia stata colpita alla bocca e il proiettile sia poi uscito dalla testa. L’abitazione è di proprietà di un’italiana ma è attualmente fittata ad un marocchino. L’uomo risulta irreperibile da qualche giorno, secondo amici e parenti della vittima sarebbe addirittura scappato in Marocco; da qualche giorno inoltre avrebbe rimosso il suo profilo Facebook.

È stata proprio la proprietaria di casa, che era andata in via Carmiano per riscuotere l’ affitto, a dare l’allarme alla polizia. La donna non ha ricevuto risposta quando ha suonato il campanello, così si è affacciata ad una finestra e ha visto il corpo riverso a terra in una pozza di sangue. La porta d’ingresso era però chiusa dall’esterno, così sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per forzare la serratura.

 

To Top