Cervino e Monte Bianco, sentieri chiusi per rischio frana tra caldo e temporali

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 luglio 2015 13:27 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2015 13:27
Cervino e Monte Bianco, sentieri chiusi per rischio frana tra caldo e temporali

Cervino e Monte Bianco, sentieri chiusi per rischio frana tra caldo e temporali

AOSTA – Rischio frane sui sentieri del Cervino e del Monte Bianco a causa di caldo e temporali. Per questo motivo i sindaci di Valtournenche e Saint Gervais hanno chiuso i sentieri, diventati pericolosi per alpinisti ed escursionisti.

Leonardo Bizzarro su Repubblica scrive che dopo l’ordinanza firmata il 26 luglio dal sindaco di Valtournenche, Deborah Camaschella, anche il sindaco di Saint Gervais ha ordinato la chiusura del Refuge du Gouter:

“Non è la prima volta che viene chiuso il Cervino per motivi analoghi – spiega Camaschella – penso al 2003 e al 2009. Ma sulla questione che debba essere un sindaco a chiudere una montagna bisognerebbe aprire un dibattito”. Anche il presidente delle guide del Cervino, Gerard Ottavio, è convinto che forse sarebbe stato meglio sconsigliare la salita, piuttosto che vietarla: “L’alpinismo è un’attività del tutto particolare, in cui il rischio è sempre presente. Imporre qualcosa non è mai la soluzione migliore. Ma in ogni caso noi guide lassù non portiamo i clienti in questi giorni”. Nessun divieto, sul Cervino, dal versante svizzero.

Situazione difficile anche sul Monte Bianco, dove continuano a cadere pietre sugli itinerari più frequentati del gruppo. Delle vie normali – le meno difficili e preferite dalla maggior parte degli alpinisti – quella dei “trois monts” presenta numerosi passaggi pericolosi: soprattutto nel tratto fra il Mont Maudit e il colle della Brenva il ghiaccio è allo scoperto e particolarmente ripido. Rimane chiusa la via del Gouter, per la continua caduta di sassi. Il sindaco di Saint Gervais ha addirittura ordinato la chiusura del Refuge du Gouter finché la situazione non sarà normalizzata”.