Chiara Appendino, nuova busta con proiettile. Ancora minacce dagli anarchici?

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 15 maggio 2019 9:24 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2019 10:03
Chiara Appendino, nuova busta con proiettile in Comune. Ancora minacce dagli anarchici?

Chiara Appendino, nuova busta con proiettile. Ancora minacce dagli anarchici? (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Ancora minacce nei confronti di Chiara Appendino: la sindaca di Torino ha ricevuto una busta con all’interno un proiettile. La busta è stata recapitata agli uffici del Comune.

La notizia, riportata dal dorso torinese del Corriere della Sera, è stata confermata all’Ansa dagli inquirenti. Si tratta di un nuovo gesto intimidatorio nei confronti della prima cittadina che, già negli scorsi mesi, aveva ricevuto una busta esplosiva negli uffici di piazza Palazzo di Città.

Verrà analizzata dalla polizia scientifica la busta, con all’interno un proiettile calibro 9. La busta è marrone, con sopra un’etichetta bianca scritta a pennarello con il normografo. A quanto si apprende, all’interno non c’è nessun messaggio e non vi è nessuna indicazione del mittente.

Le minacce sono cominciate dopo lo sgombero dell’Asilo Occupato di Via Alessandria: il mondo anarchico torinese ha portato avanti una serie di iniziative e manifestazioni contro quella che reputa repressione da parte del comune. Durante queste manifestazioni (alcune delle quali particolarmente violente) c’erano state anche minacce di morte alla Appendino e a Salvini e alcuni anarchici erano stati arrestati.

“Questi tentativi di intimidazione non sortiscono alcun effetto e, anzi, spronano a continuare a svolgere il mio ruolo di Sindaca con la massima determinazione”. Così la Appendino, su Facebook: ” Non si sa quale sia il mittente né quali siano le motivazioni”. (fonte Ansa).