Cronaca Italia

Chiara Insidioso Monda, petizione della madre: “Una casa e assistenza”

chiara-insidioso-petizione

Chiara Insidioso Monda, petizione della madre: “Una casa e assistenza” (Foto Change.org)

ROMA –  Nuova petizione per Chiara Insidioso Monda, la ragazza di Roma picchiata e ridotta in stato vegetativo dal fidanzato, Maurizio Falcioni, condannato a sedici anni in via definitiva. A lanciarla è la madre di Chiara, Danielle Conjarts, che su Change.org ha pubblicato la richiesta di una casa per la figlia e dell’assistenza di cui ha bisogno.

La petizione è rivolta al presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, e alla ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, affinché, si legge nel testo, vengano riconosciuti di Chiara, “come recita la legge 104 in uno dei suoi paragrafi”.

Danielle Conjarts ricorda come

Chiara è stata selvaggiamente picchiata da un delinquente che l’ha ridotta in fin di vita. Dopo il coma ha fatto un lungo percorso per ritornare alla vita.Dopo il ricovero al San Camillo di Roma è stata trasferita alla clinica Santa Lucia che è un centro riabilitativo altamente specializzato e lì Chiara ha fatto progressi enormi grazie alla riabilitazione, ma anche alla sua tenacia alla sua voglia di vivere.Da più di un anno Chiara risiede in un istituto di lunga degenza per pazienti in stato vegetativo, ma la permanenza presso questa struttura non giova a Chiara che ha una mente attiva e vivace. Non si può tollerare che una ragazza come lei giovane e tenace vegeti in un istituto: Chiara ha diritto con urgenza a una casa adeguata alle sue esigenze e alle sue condizioni con l’assistenza di cui necessita.

Non è questa la prima petizione per Chiara. Un’altra era stata lanciata da Gabriella Carnieri Moscatelli, presidente di Telefono Rosa, nel febbraio del 2016. La richiesta era sempre la stessa, come recita l’hashtag coniato ad hoc: #unacasaperchiara.

To Top