Chiavenna, manca ambulanza con medico rianimatore: muore ragazzina di 14 anni. E’ bufera

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 ottobre 2018 0:20 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 0:21
Chiavenna, manca ambulanza con medico rianimatore: muore ragazzina di 14 anni. E' bufera

Chiavenna, manca ambulanza con medico rianimatore: muore ragazzina di 14 anni. E’ bufera

SONDRIO – Stroncata da un malore a soli 14 anni, perché mancava l’ambulanza con medico rianimatore. Scoppia la bufera a Chiavenna, in provincia di Sondrio, dove da due anni ormai si attende un mezzo di soccorso avanzato con medico a bordo.

La tragedia si è consumata domenica pomeriggio, quando una giovane turista di Zuoz (Svizzera), si è sentita male nei pressi dell’ex distributore di benzina Tamoil lungo la strada statale 37 del Maloja. La ragazzina, che pare avesse un problema cardiaco, è subito andata in arresto cardiocircolatorio. In pochi minuti è scattato l’allarme: sul posto è giunto il mezzo di soccorso di base della Croce rossa e il personale, resosi conto della gravità della situazione, ha subito chiesto rinforzi alla Centrale operativa del 118 di Bergamo.

Dopo poco è arrivato anche il mezzo avanzato 1 che si trovava nel vicino ospedale cittadino, con a bordo un infermiere specializzato che ha fatto tutto il possibile per rianimare l’adolescente. Ma non è bastato: nonostante la celerità dell’eliambulanza decollata dalla base aerea di Como (quella di Sondrio era già impegnata in un altro intervento di soccorso), ci sono voluti circa 40 minuti di volo da quando la 14enne si è sentita male perché a soccorrerla giungesse un medico rianimatore, che si è trovato davanti una situazione disperata.

Caricata sull’elicottero del 118, la giovanissima è spirata durante il volo, ancor prima dell’arrivo all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.