Chiesa: morto monsignor Chenis, vescovo di Civitavecchia e Tarquina

Pubblicato il 19 Marzo 2010 19:56 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2010 19:56

È morto al Policlinico Gemelli di Roma monsignor Carlo Chenis, vescovo della diocesi di Civitavecchia e Tarquinia. Avrebbe compiuto 56 anni il mese prossimo. Era malato da tempo di cancro al fegato.

È stata quella del cardinal Tarcisio Bertone, segretario di Stato vaticano, e del cardinal Agostino Vallini, vicario del Papa per la diocesi di Roma, l’ultima visita ricevuta da mons. Chenis.

I due porporati si sono recati al suo capezzale in mattinata, poche ore prima del decesso. Bertone e Chenis, ha sottolineato la curia, erano legati da grande amicizia.

A dicembre del 2009, come aveva reso noto lo stesso vescovo con una lettera pastorale inviata ai fedeli, gli era stato diagnosticato un cancro al pancreas che si era esteso ad altri organi.

I funerali, che dovrebbero essere celebrati dallo stesso cardinal Bertone, non sono stati ancora fissati. Per ora è stato deciso solo che si svolgeranno nella cattedrale di Civitavecchia.

Uno dei primi messaggi di cordoglio inviati alla curia di Civitavecchia, che prima di Chenis era stata guidata da mons. Girolamo Grillo, è stato quello del sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola.

«Monsignor Chenis – ha scritto tra l’altro – in breve tempo era diventato un punto di riferimento per tutti noi».