Chiesina Uzzanese, uccide il fratello a coltellate poi tenta di fuggire: arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2020 8:43 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2020 8:43
Chiesina Uzzanese, uccide il fratello a coltellate poi tenta di fuggire: arrestato

Chiesina Uzzanese, uccide il fratello a coltellate poi tenta di fuggire: arrestato (foto ANSA)

ROMA – Durante una violenta lite ha ucciso il fratello a coltellate.

E’ successo nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 17 maggio, a Chiesina Uzzanese, in provincia di Pistoia, in una casa colonica alla periferia cittadina.

I due fratelli hanno iniziato violentemente a discutere per motivi al vaglio degli inquirenti, sembra legati a dissidi familiari.

Durante la lite sarebbe spuntato un coltello e il più giovane, 56 anni, è rimasto gravemente ferito al torace, morendo dopo l’arrivo del 118.

Il fratello maggiore, 68 anni, accusato di omicidio, è stato subito rintracciato e arrestato dai carabinieri che indagano sulla vicenda. 

Potrebbe essere stata l’anziana madre, novantenne, la causa scatenante della furiosa lite scoppiata tra fratelli e che ha portato alla morte di uno dei due.

E’ l’ipotesi al vaglio degli inquirenti: il maggiore dei due avrebbe accusato il fratello di maltrattare la mamma e per questo lo avrebbe accoltellato.

I fatti sono accaduti verso le 19, nel piazzale antistante la casa dove abitano la donna e il fratello minore, morto a causa delle ferite riportate circa un’ora dopo il ferimento.

L’omicida è stato rintracciato nella propria abitazione dove vive da solo, a circa un chilometro di distanza da casa della madre, e arrestato dai carabinieri.

Il 68enne, a quanto, pare avesse già le valigie pronte e quindi sul punto di scappare. (fonte ANSA, LA NAZIONE)