Chieti, lascia figli e fratello disabile in auto per 6 ore per giocare a bingo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2013 17:04 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2013 17:06

Chieti, lascia figli e fratello disabile in auto per 6 ore per giocare a bingoCHIETI – Ha lasciato in auto i figli di 6 e 8 anni e il fratello disabile di 30 anni ed è andata a giocare nella sala Bingo finché non l’hanno richiamata i carabinieri. E’ accaduto a Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti. La protagonista è una donna di 32 anni di Ortona che è stata denunciata per abbandono di minori e incapaci.

Verso le 20 di venerdì, il gruppo è arrivato con l’auto nel parcheggio della sala Bingo che si trova all’interno del centro commerciale Plycenter, nei pressi dello svincolo dell’autostrada A14. La donna è scesa, lasciando figli e fratello nell’auto, ed è entrata nella sala Bingo. Trascorse circa 6 ore, il fratello, impossibilitato a muoversi e con il credito terminato nel telefonino, ha fatto l’unica cosa che poteva fare: una chiamata gratuita al 112. Pochi minuti più tardi, quanto erano scoccate da poco le 2 di notte, è arrivata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Fossacesia, ai quali il giovane ha spiegato la situazione.

L’uomo ha spiegato ai carabinieri che lui e i suoi due nipoti stavano aspettando il ritorno della sorella di cui non avevano più notizie da sei ore, che a causa del suo handicap lui non era stato in grado di raggiungere la donna per avvertirla e che l’unico modo per chiedere aiuto era stato quello di digitare il numero gratuito del 112. I militari sono entrati nella sala Bingo e hanno rapidamente identificato la donna tra i pochi giocatori rimasti. La donna ha cercato di giustificarsi, dicendo di non essersi resa conto del tempo trascorso, poi ha ammesso la sua responsabilità. I carabinieri l’hanno denunciata per abbandono di minore.