Christian Obodo, il calciatore è “disperso”: ritrovato dopo 5 giorni a Udine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 luglio 2013 6:42 | Ultimo aggiornamento: 2 luglio 2013 0:46
Christian Obodo

Christian Obodo (LaPresse)

UDINE  – ”Christian Obodo è introvabile. La Dinamo Minsk lo sta cercando da giorni, sembra sia sulle tracce del suo tesserato”. L’allarme si è diffuso nel pomeriggio del 1 luglio sul web, lanciato dal portale ”tuttomercatoweb” e rimbalzato su tutti i siti internet calcistici, ma il centrocampista nigeriano, ex calciatore dell’Udinese, che l’anno scorso era stato rapito in Nigeria durante una vacanza nel suo paese d’origine, è stato trovato a Udine.

O meglio, a individuarlo la notte tra il 30 giugno e il 1 luglio  stata una pattuglia delle Volanti della Questura di Udine impegnate in un servizio di monitoraggio della zona di borgo stazione. Obodo era a bordo dell’auto di un connazionale, insieme con due ragazze rumene. L’auto era ferma sul ciglio della strada e il gruppetto si stava intrattenendo con un terzo nigeriano, in piedi sul marciapiede.

L’atteggiamento del conducente della vettura, S.C.O., di 31 anni, ha insospettito gli agenti. A un controllo, l’uomo che era alla guida dell’auto ha dovuto ammettere di non avere né patente né documenti; in aggiunta addosso gli sono stati trovati 12 grammi di marijuana, già divisi in dosi per lo spaccio. Nel corso di una perquisizione in casa gli agenti hanno trovato altri 40 grammi di sostanza. L’uomo è stato arrestato.

Obodo è risultato estraneo alla vicenda, ma il controllo della polizia ha consentito di risolvere il giallo per la dirigenza della squadra russa.