Cicciano (Napoli), lite al bar degenera in sparatoria: due feriti

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Agosto 2019 12:24 | Ultimo aggiornamento: 25 Agosto 2019 12:24

(Foto d’archivio)

CICCIANO (NAPOLI) – Lite al bar finisce in sparatoria: non succede negli Stati Uniti ma in Italia, a Cicciano, in provincia di Napoli. Un uomo di 48 anni, che è stato poi arrestato dai carabinieri, ha fatto fuoco ferendo due persone in piazza Mazzini.

La lite, nata per futili motivi, stava per trasformarsi in una tragedia: per sostenere le sue ragioni l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, ha imbracciato una doppietta da caccia e, puntando l’arma contro l’uomo con il quale stava discutendo, ha fatto fuoco.

Un giovane di 33 anni e uno di 30 estraneo alla discussione sono rimasti feriti, colpito da alcuni pallini rimbalzati al suolo. I due sono stati giudicati guaribili in dieci giorni.

Immediate le indagini dei carabinieri della stazione di Cicciano e della sezione operativa di Nola. Dopo aver raccolto la denuncia dei feriti e aver ascoltato le testimonianze dei presenti i carabinieri  hanno identificato il responsabile, nel frattempo irreperibile.

Le ricerche sono continuate fino alla notte scorsa quando i carabinieri, con un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Nola, hanno individuato e arrestato l’uomo. 

Fonte: Ansa